Antonio Violi

Foto e appunti di viaggio

Wabi-sabi, un’esplorazione fotografica

La fotografia wabi-sabi l’ho scoperta per caso sul web. E l’ho voluta subito sperimentare. Agguantata la mia Canon, sono uscito per esplorare nuovi motivi fotografici.

wabi-sabi

Cos’è il wabi-sabi?

Il wabi-sabi è la bellezza delle cose imperfette, temporanee e incompiute.

È la bellezza delle cose umili e modeste.

È la bellezza delle cose insolite.

Così inizia Wabi-sabi per Artisti, Designer, Poeti e Filosofi di Leonard Koren. Vero e proprio vademecum per il wabi-sabi. In poche righe ne spiega l’essenza.

Diverso dal nostro ideale di bellezza, il wabi-sabi è un concetto estetico che cerca il bello nell’imperfetto, sobrio e semplice. Viene dal Giappone.

wabi-sabi

Il punto di vista wabi-sabi

Il wabi-sabi consiste in un riconoscimento estetico della transitorietà della vita.

— Leonard Koren

Oltre a un’estetica, il wabi-sabi è anche una visione del mondo. Una filosofia di vita zen che spinge a godersi il qui e ora.

Ecco altri concetti che ho evidenziato nel libro di Koren:

  • la verità deriva dall’osservazione della natura,
  • da ciò che è brutto si può ottenere il bello.

Come la statua del Buddha scoperta in una discarica. Muschio e screpolature raccontano anni di vento, pioggia, sole. Rivelano il tempo che passa: molto wabi-sabi.

wabi-sabi

La fotografia wabi-sabi

Il wabi-sabi rappresenta l’esatto opposto dell’ideale occidentale di bellezza intesa come qualcosa di monumentale, di spettacolare e di durevole.

— Leonard Koren

E allora, cosa fotografare?

Nel suo libretto, Koren consiglia di prestare attenzione a cose:

  • che evocano un processo naturale
  • modeste
  • vaghe

Soggetti fotografici del genere abbondano in natura. C’è solo bisogno di consapevolezza e attenzione nel vederli. Come questa ninfea ancora sott’acqua.

wabi-sabi

In conclusione

Riducete all’essenziale, ma senza eliminare la poesia.

— Leonard Koren

Finora il wabi-sabi mi sembra un modo per rappresentare la realtà più vero e profondo. Un’estetica che preferisce le cose concrete, modeste e quotidiane.

Come la casetta per passeri. Scoperta per caso anche questa.

wabi-sabi

Ti potrebbe interessare


Posted

in

by

Tags:

Comments

3 risposte a “Wabi-sabi, un’esplorazione fotografica”

  1. Avatar rabirius

    Excellent series.

  2. Avatar Jessica Alessia Zurlo
    Jessica Alessia Zurlo

    Interessante e reale.

    1. Avatar Antonio Violi

      Grazie Jessica. Un saluto.

Rispondi a Jessica Alessia Zurlo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: