L’isola di Rheinau o l’isola della musica

Rheinau, Svizzera, Klosterkirche, Reno, Antonio Violi, Rhine, Switzerland

Rheinau è un tranquillo paesino agreste in riva al Reno. Insieme a un isola fluviale con gli edifici di una ex abbazia benedettina. Una bella scoperta a pochi chilometri dalle Cascate del Reno, in Svizzera.

Le cupole rosse dei campanili sull’isola catturano subito lo sguardo all’arrivo a Rheinau. Il fiume Reno qui serpeggia marcando il confine fra la Svizzera e la Germania. Una brezza leggera increspa l’acqua.

Rheinau, Reno, Klosterkirche, Canton Zurigo, Svizzera, Antonio Violi
L’isola di Rheinau sul Reno

L’isola di Rheinau

Rheinau vuol dire isola sul Reno. Che è, appunto, l’isolotto fluviale a un tiro di sasso dalla riva. Anche se un ponte gli toglie un po’ di fascino insulare.

Cuore dell’isola è la piazzetta con la Klosterkirche, la chiesa con le cupole rosse. Tutt’attorno, attaccati gli uni agli altri, i caseggiati dell’ex abbazia. Al centro della piazza, tre sequoie secolari concorrono in altezza con i campanili.

Klosterkirche, Klosterinsel, Rheinau, Canton Zurigo, Svizzera, Antonio Violi
L’isola di Rheinau da un sentiero sulla riva opposta

Un po’ di storia

  • 778 – Sull’isola di Rheinau sorge un convento benedettino. Nel 858 diviene abbazia imperiale. 1862, il Consiglio cantonale di Zurigo chiude per sempre il monastero.
  • 1867 fino al 2000 – Gli edifici del ex convento ospitano una clinica psichiatrica. Gli anziani di Rheinau ancora ricordano le urla dei “matti” sull’isola.
  • 2014 – Nasce “Musikinsel”, isola della musica. Stanze e saloni dell’ex clinica vengono convertiti in camere d’hotel per musicisti e sale prova all’avanguardia.
Klosterkirche, chiesa del convento

La chiesa del convento

Klosterkirche vuol dire chiesa del convento. Terminata nel 1710 nello stile allora più in voga: il barocco. È uno degli edifici sacri più significativi della Svizzera.

Della facciata m’impressionano soprattutto le due massicce torri dei campanili. Lo sguardo svia subito verso le rosse cupole a cipolla. Ottagonali, con doccioni a forma di drago e due angeli d’oro strombazzanti a fungere da parafulmini.

Le cupole della Klosterkirche

Nella Klosterkirche

L’interno della chiesa stupisce per il suo allestimento barocco. Vietato fotografare, ma qualche foto mi scappa lo stesso. Come spiegarti altrimenti tutta quest’opulenza…

La navata con gli altari laterali
Madonna con la spada, Klosterkirche, Rheinau, Svizzera
Madonna con la spada

L’altare di San Fintano

A sinistra della navata scopro il Fintansaltar con le ossa di San Fintano, un monaco irlandese che visse a Rheinau. La sua storia è singolare.

Ridotto in schiavitù dai vichinghi, Fintano riesce a fuggire. Dopo un pellegrinaggio a Roma, giunge a Rheinau. Diventa monaco e nell’856 si fa murare come recluso fino alla morte nel 878.

Reliquario con le ossa di San Fintano

L’isola della musica

Alle spalle della chiesa, su un lungo edificio bianco a tre piani, campeggia la scritta “Musikinsel”, isola della musica.

Un noto magnate svizzero ha trasformato stanze e saloni dell’ex “manicomio” in camere d’albergo per musicisti e sale prova all’avanguardia.

Mentre esploro il vasto roseto davanti al caseggiato, da una finestra del primo piano giungono le voci di un coro. La musica è ormai la nuova vocazione dell’isola.

Indicazione per la Musikinsel, l’isola della musica

La casa del silenzio

La “Haus der Stille”, casa del silenzio, si trova al bordo del parco con il roseto. Dal 2002 ospita alcune suore. Dicono che potrei alloggiare nella casa e partecipare alla vita monastica per alcuni giorni, se volessi. Anche da non credente.

La “casa del silenzio” e parte del roseto

La Spitzkirche

Alla fine dell’isola, la Spitzkirche, una chiesetta interreligiosa con il tetto del campanile smodatamente a punta. C’è gente, celebrano un matrimonio, mi allontano facendo finta di nulla.

Nella Spitzkirche si celebra un matrimonio

Lascio perdere. Preferisco stendermi sul prato con un filo d’erba in bocca. Osservare l’acqua del fiume scivolare via mi riconcilia con il mondo. Vivo nel qui e ora.

La Spitzkirche dalla riva opposta

Info di viaggio

Mappa interattiva


Ti potrebbe interessare

7 risposte a “L’isola di Rheinau o l’isola della musica”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: