Antonio Violi

Foto e appunti di viaggio


Roghudi Vecchio, una ghost town in Aspromonte

Ghost town Roghudi Vecchio, Aspromonte, Calabria, Italy

Roghudi Vecchio è un paese abbandonato nel 1973. Si trova in una gola profonda dell’Aspromonte. Una vera e propria ghost town che racconta la Calabria del secolo scorso.

Il vecchio borgo occupa la cresta di una rupe. Le case cadono a grappolo lungo i fianchi della roccia fino alla fiumara Amendolea.

Roghudi vecchio alla confluenza tra la fiumara Amendolea e il torrente Forria

A Roghudi si parlava il greco

Abitato sin dal 1050, Roghudi contava 1650 residenti. Erano in gran parte pastori e agricoltori. I roghudesi appartenevano alla minoranza linguistica grecanica. Per le strade del borgo si parlava il greco di Calabria.

Le alluvioni e l’abbandono di Roghudi

Nel 1971, un’alluvione porta allo sgombero del paese. Gli abitanti vengono dislocati nei paesi vicini. L’abbandono dell’antico borgo è la fine del greco di Calabria come lingua principale dei roghudesi.

Esplorare Roghudi vecchio

Percorro a piedi la stradina cementata da poco. A sinistra una fila di ruderi con le porte sfondate. A destra il dirupo.

In cima al borgo trovo la piazzetta con la chiesa, l’unico edificio restaurato. Dentro c’è solo un altarino di marmo con sopra alcune immagini votive e un crocifisso fatto con due rami incrociati.

Le porte delle case sono sfondate. I tetti rovinati. Gli infissi sbatacchiano al vento.

Le stanze sono piccole, le scale ripide, i servizi arrangiati nei sottoscala. Poche le masserizie: cucine economiche, pentole, vasche per lavare i panni.

Le madri di Roghudi

Le madri di Roghudi legavano i loro piccoli alle caviglie. Poi fissavano le corde a dei chiodi conficcati nei muri. Lo scrive l’antropologo Vito Teti nel suo libro Il senso dei luoghi.

Guardo in basso, comprendo i timori delle madri di Roghudi.


Ti potrebbe interessare

By:


6 risposte a “Roghudi Vecchio, una ghost town in Aspromonte”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: